Header image header image 2  
Una tromba per sognare
  || HOME ||
   
 
RECENSIONI
 


“Conosco Fabrizio Baldacci da molti anni, e sono sempre stato colpito dalla sua facilità nel suonare la tromba. Ha un bellissimo suono e un notevole controllo del registro acuto, sempre affrontato con gusto e senza forzature. Fabrizio potrebbe tranquillamente affrontare una carriera da turnista o da solista, ne ha tutti i mezzi. Il suo stile comprende varie influenze, da Harry James a Eddy Calvert, col calore espressivo del grande Nini Rosso. Nelle sue esecuzioni di brani latino-americani si avverte una forte influenza della scuola cubana e soprattutto del fraseggio e cantabilità di Arturo Sandoval. Ascoltando le sue registrazioni, viene quasi da pensare che il mondo della musica da ballo nel quale lavora da tanto tempo, gli stia oggi un po' stretto.....
mi auguro di sentirlo presto sfoggiare le sue capacità trombettistiche anche in ambiti musicali diversi, che possano valorizzarlo e dare il giusto riconoscimento alle sue capacità strumentali e musicali.”

Andrea Tofanelli

   


"
Devo ammettere che fino a ieri non conoscevo Fabrizio, ne di nome ne di persona.
Ci siamo conosciuti in un camerino in occasione di un concerto "di tutt'altro genere"... e la prima impressione è stata quella di una grande persona, con cui innanzitutto è bello avere a che fare.
Poi sono andato a sentire l'audio sul sito, e mi ha molto impressionato per la sua capacità di cambiare suono, pronuncia e fraseggio ed adattarli perfettamente al contesto in cui si trova. Questa idea è parte fondamentale della mia filosofia personale, secondo cui non esistono suoni belli o suoni brutti, ma adatti o non adatti al contesto.
Pur non avendolo sentito sono sicuro che Fabrizio saprebbe tranquillamente adattarsi addirittura ad un contesto "classico" anche se per lavoro non lo frequenta. Essenzialmente penso che il suo sia "il suono giusto al momento giusto"! Complimenti!"

Marco Pierobon

   


"....ho avuto modo di ascoltare Fabrizio per la prima volta una quindicina di anni fa in un'orchestra spettacolo la quale ammiravo molto (anche quando ancora non c'era Fabrizio) proprio per la qualità musicale l'eleganza del repertorio eseguito totalmente LIVE in maniera impeccabile da bravi musicisti (cosa rara oggi in quell'ambiente).
In seguito più volte ho cercato di rintracciarlo per offrirgli un posto nella All Times Orchestra da me diretta ma non conoscevo ne il suo nome ne la sua provenienza.
Il suo suono non solo tagliente, ma anche limpido e presente nonche un pò "alla vecchia", di notevole estensione e un labbro praticamente d'acciaio fa di lui un musicista completo per la gioia di chi lo ascolta e di chi come me ha avuto poi modo di collaborare."

Stefano Zavattoni

   


“Onoratissimo di avere nella mia orchestra una tromba del calibro di Fabrizio Baldacci, dal suono dolce e rotondo, con un'intonazione perfetta ed un'estensione di un'ottava in piu' rispetto ad un normale trombettista; dotato di una tecnica e di un gusto musicale molto raffinato, e' un musicista versatile che puo' tranquillamente spaziare da un genere all'altro con molta facilita'!
Con sincera amicizia e stima”

Mario Riccardi

   


“Conosco Fabrizio dai tempi del conservatorio e durante tutti questi anni la mia stima nei suoi confronti non è mai cambiata. Chi mi conosce bene sà che non sono molto incline a sviolinate o falsi complimenti e così posso affermare che il mio apprezzamento non si basa soltanto sull'aspetto musicale,sicuramente indiscutibile, quanto sulle “doti” umane che fanno di lui quel gran musicista che è. Penso fermamente infatti che tutti gli aspetti tecnici che quest'arte ci pone, nel corso dello svolgimento di essa, possano essere risolti con l'applicazione e lo studio mentre rimane senza soluzione, dalla notte dei tempi, il problema del “trasmettere” la musica.
Bene questa è l'unica difficoltà che nessun maestro al mondo potrà mai aiutarci a risolvere e solo con il giusto grado di sensibilità e umiltà riusciremo a stabilire quel “contatto”, fatto di note, fra l'esecutore e l'ascoltatore
. È tramite questa sottile differenza che si riconoscono gli esecutori dagli artisti, a prescindere dal tipo di musica che suonino, ed in questo Fabrizio ha scelto forse la strada spesso sottovalutata ma forse più difficile e sincera. La musica dell'allegria, quella che regala serenità, senza assurdi percorsi mentali che la spieghino, e che diventa la cornice dei ricordi, degli amori e delle varie fasi della nostra vita.Ascoltandolo poi non si può non notare il “suo” suono, quello che ricorda immediatamente le grandi colonne sonore, da Harry James alla “firma”sonora insostituibile di Michele la Cerenza nei film di Morricone , frutto di una sensibilità verso il saper “cantare” con lo strumento che ben poche volte ho potuto riscontrare in altri esecutori.Che altro posso aggiungere ora, oltre alle magnifiche valutazioni che gli altri colleghi hanno lasciato? Come vedete godere della stima di quelli che suonano il tuo stesso strumento non è cosa da tutti, e Fabrizio è fra i pochi che ci riescono alla grande !!! Grazie Fabrizio per avermi dato la possibilità di esprimere quello che ci “lega” da anni in questo tuo spazio e spero di sentirti suonare ancora per molto tempo!!!
Con la stima e l'amicizia di sempre"

Francesco Santucci

   


“Cosa dire (anche in virtù di una grande amicizia) non sono abituato a sviolinare,c'hò messo un po di tempo perchè ho voluto ascoltare il tuo CD, ma potevo scrivere immediatamente appena visto il sito, perchè ero certo di ascoltare un bel lavoro e gustarmi questo strumento suonato magistralmene e con una naturalezza da far venire i brividi.
Prima o poi spero di poter avere il piacere e l'onore di averti con la mia band in un tour estivo.
Ti abbraccio e c'è un altro appuntamento dove sei forte: a tavola.
Ciao baganazzo."

Genio dei Pierrots

   


"ho ascoltato la versione del brano "Per un pugno di dollari" suonata da Fabrizio, e' un bravo trombettista con una bella voce aperta di tromba e bella estensione .........
merita di essere ascoltato!”

Andrea Giuffredi

 


"Ho avuto l'immenso privilegio di essere stato fra i primi ad ascoltare e potere apprezzare il magnifico lavoro discografico di Fabrizio Baldacci. Sinceramente,conoscendo il suo talento e percorso artistico non mi sono stupito delle sue escuzioni ma,devo riconoscere che, ogni volta che ascolto il suo suono,ne rimango affascinato. Il calore ed i colori della sua sonorità,conferiscono e identificano in Baldacci un purosangue di questo strumento. Inoltre come non poter sottolineare la sua estensione comune solo ai gradi... In sostanza Baldacci non si può ritenere un trombettista,ma... LA TROMBA!!! Complimenti e continua cosi!......
Con stima e amicizia"

Fiorenzo Tassinari

   


“Non ci sono parole per esprimere la sua professionalità, però c'è un detto che lo riassume:
LA CLASSE NON E' ACQUA!!!!

Matteo Tassi

   


“Ho sentito Fabrizio suonare, la sua padronanza dei registri dello strumento e la sua timbrica possono spaziare in vari generi e stili musicali diversi. Potrebbe affrontare tranquillamente una carriera da turnista,ne ha tutte le qualità.Gli auguro di poter proseguire la sua vita artistica sempre in crescendo, se lo merita!!!!.

Raffaele Cherubino

   


“Ho avuto il PIACERE di conoscerlo. Ho avuto L'ONORE di lavorarci e divertirmi insieme per 4 anni con la grande Orchestra del M° Mario RICCARDI. Non ci sono TERMINI e AGGETTIVI per discutere la sua bravura e professionalità. COMPLIMENTI VERI E CON IL CUORE. SEI UNICO anzi il NUMBER ONE......

Michele Bernacchi (MICHELLISSIMO)

   


“Ho ascoltato il CD,FANTASTICO!!!!

Ho conosciuto molti musicisti,e tutti coloro che si sono avvicinati più o meno seriamente a questo strumento hanno fatto lo stesso commento: Brutta bestia la TROMBA... Fabrizio invece sembra essere riuscito ad addomesticarla questa bestia...Come un gatto che a volte è morbido,sornione e perfino sensuale, a volte è aggressivo e graffiante. ..
Davvero emozionante ascoltare le sue interpretazioni!!! E per chi,come me la musica la usa per lasciar andare il proprio corpo,TRAVOLGENTE.......
Con affetto e stima”

Ilaria Lorenzini
Giornalista Insegnante di ballo

   


“Conosco molto bene Fabrizio, è il migliore nel suo genere, ha saputo impostarsi molto bene nella tecnica trombettistica. A differenza di molti altri, lui ha un bellissimo suono pure nel registo acuto riuscendo ad essere sempre morbido. Credo che ancora ha molto da dimostrarci e sono sicuro che continueremo a parlare a lungo di lui.

Francesco Marconi

   


“Non posso dare giudizi tecnici poichè non sono un musicista, ma posso esprimere un parere reso oculato da diversi anni di esperienza come Maestro di Ballo:
Fabrizio con la sua Musica riesce a dare a chi lo ascolta quello che ogni persona vorrebbe sentire mentre balla: delle EMOZIONI INTENSE, spaziando dall'eleganza del valzer lento, alla fluidità del fox, all'allegria della polka all'espressività decisa del tango ecc.. E' da queste emozioni che nasce l'espressione, il movimento, e quindi il ballo.
Complimenti Fabrizio continua a farci sognare durante le tue serate.

M. di Ballo Francesco Rosi

   

 

 

 
    © 2008 - Fabrizio Baldacci - eMail: baldatrumpet@alice.it